• La distanza non è un problema
  • La distanza non è un problema
  • La distanza non è un problema
  • La distanza non è un problema

Iscriviti alla Newsletter Gratuita

I dati sensibili saranno trattati ai sensi del D.lgs. n. 196 del 30 giugno 2003. Si prega di prendere visione dell'informativa sulla privacy.

Cerca la news

Le News Tamburelli-Quintavalle

La Nuova emersione delle Colf

Tutti pronti al ritorno dalle ferie estive per dare il via a questa nuova possibilità di condono che permetterà di regolarizzare Colf e Badanti irregolari e che ricorda l’ultima del 2002.
Ma come funziona?
I Tempi
Dal primo al 30 settembre si potrà presentare la domanda.
 
Soggetti interessati
Possono fare domanda di regolarizzazione i datori lavoro italiani, comunitari ed extracomunitarie (se in possesso di un permesso di soggiorno “lungo�).
 
Chi si può regolarizzare
Ciascun soggetto potrà mettere in regola una Colf e due badanti al massimo.

Requisiti :
- Il lavoratore da regolarizzare dovrà aver lavorato presso la famiglia da almeno TRE mesi al 30/06/2009 (quindi dal primo di aprile 2009 e ancora in servizio);
- Il lavoratore extracomunitario non deve avere pendenze penali, sono esclusi i lavoratori già in possesso di una carta di soggiorno;
- L’orario di lavoro dovrà essere almeno 20 ore settimanali;
-  In caso di richiesta di emersione di lavoratori italiani o comunitari, oppure di lavoratori extracomunitari adibiti alla cura della persona non è prevista alcuna dimostrazione di un reddito minimo, per gli altri invece il datore di lavoro, se unica persona in famiglia, dovrà dimostrare di avere un reddito minimo pari e  20.000 Euro, che sale a 25.000 se nella famiglia del datore di lavoro convivono più persone con reddito.
- Per assumere un badante occorrerà  dimostrare certificati medici alla mano, lo stato di infermità della persona da accudire
 
La Domanda:
- Per i  lavoratori italiani e comunitari dovrà essere presentata all’INPS;
- Per i lavoratori extracomunitari , la domanda andrà inviata in via telematica allo sportello unico per l’immigrazione, il quale verificata l'ammissibilità della dichiarazione e acquisito il parere della questura, convocherà le parti per la sottoscrizione del contratto di soggiorno, subito dopo  entro 24 ore dalla firma del contratto, il datore lavoro dovrà procedere ad inoltrare la comunicazione di assunzione all’INPS.
 
Il Costo del Condono
- per regolarizzare una colf o una badante il datore di lavoro pagherà la somma di 500 Euro per ciascun lavoratore regolarizzato.
- il lavoratore extracomunitario invece avrà un costo che si aggira dai 70 ai 270 euro circa
 
E i contributi pregressi?
Il Ministro del lavoro, della Salute e delle Politiche Sociali, con proprio decreto determinerà la consistenza e le modalità di pagamento dei contributi  pregressi e dei relativi interessi  oltre alla destinazione del contributo forfetario di 500 euro che non potrà essere dedotto dalla propria dichiarazione dei redditi
 
INFORMAZIONI ULTERIORI
Se ricordate l’emersione del 2002, ricordate anche i lunghissimi tempi di attesa per le convocazioni per  la firma del contratto e il rilascio del permesso di soggiorno ma, come allora, il cittadino straniero fermato,  risulterà temporaneamente regolare se potrà esibire il pagamento dei 500 euro  effettuato dal datore di lavoro, nonché copia della istanza presentata.
Potranno accedere alla nuova regolarizzazione anche quei datori di lavoro che hanno fatto  domanda di Nulla Osta nell’ambito dei flussi, in tal caso la nuova istanza sarà considerata espressione di rinuncia della precendente.
Chiunque dichiarerà il falso, riscierà una pena fino a sei anni. 
 
Le ultime disposizioni
Si resta comunque in attesa delle ultime disposizioni contenute nell’atto di conversione del D.L. n. 78/2009 atteso per fine mese o al massimo per i primi di agosto 2009 e di tutta la modulistica necessaria corredata di ampie spiegazioni.
Rossella Quintavalle
Consulente del Lavoro in Roma
 
Si informa, che lo Studio si occuperà di pratiche per la regolarizzazione. Chiunque fosse interessato a istruire la pratica  potrà contattare il nostro Studio, telefonicamente o con un contatto mail.
 
 
 
 
 
 
 
Studio Associato Tamburelli-Quintavalle
P.IVA 03530611007
Via Adolfo Gandiglio, 27 - 00151 Roma
Tel 06.65740153 - Fax 06.65741754
Produced by Salvatore Leo WebInformatica
Copyright © 2011 Studio Tamburelli Quintavalle.
Tutti i diritti riservati.